Home Tecnologia Fibra ottica nei condomini, come evitare le liti tra vicini
Tecnologia

Fibra ottica nei condomini, come evitare le liti tra vicini

Le offerte sulla Fibra Ottica proposte dagli operatori offrono la possibilità di avere una velocità di connessione sempre più elevata, ma con la fibra a casa, la velocità può raggiungere anche i 1000 Mb/s. Tuttavia, per ottenere una tale velocità di connessione ad internet è necessario effettuare alcuni lavori, che non sempre mettono d’accordo chi vive nello stesso condominio.

Ma come si possono evitare le liti con gli altri condomini per ottenere la fibra ottica?

Fino a non molto tempo fa la nostra migliore opzione per Internet da casa era la connessione via Adsl. È veloce – a volte. Ma come un’autostrada nelle ore di punta, spesso si blocca proprio quando serve. Semplicemente non riesce a tenere il passo con le nostre crescenti esigenze di Internet.

Ma con la fibra ottica, tutto questo si sta risolvendo, e negli anni si sta diffondendo ovunque, anche nelle zone più remote.

Internet in fibra ottica è una connessione dati trasportata da un cavo riempito con sottili fibre di vetro o plastica. I dati li attraversano come fasci di luce pulsati in uno schema. Le velocità di Internet in fibra ottica sono circa 20 volte superiori rispetto al cavo normale a 1 Gbps. Perché Internet via cavo in fibra ottica è molto meglio del normale Internet via cavo? Perché non c’è filo di rame a rallentare la trasmissione. Internet via Adsl invia i suoi segnali lungo i fili metallici. Il metallo si riscalda, indebolendo il segnale e captando le interferenze. Ecco perché la connessione Internet via cavo e DSL è molto più lenta della fibra ottica.

Tuttavia, i lavori per ottenere la fibra ottica possono far nascere screzi tra i condomini. Come si può ovviare a questo problema?

Come evitare le liti tra condomini per la fibra ottica

Per velocizzare la copertura di rete internet ftth nelle aree bianche, grigie e nere dell’Italia, l’Autorità garante per le comunicazioni (Agcom) ha pubblicato le linee guida in materia di accesso ai condomini per la realizzazione di reti in fibra ottica a casa.

Il documento spiega in sei articoli le procedure e le modalità corrette per evitare liti e contenziosi, chiarendo condotte, prerogative e pratiche attese dalle parti.

Queste rappresentano “uno snodo essenziale” per adempiere agli obiettivi della Commissione europea, che chiede di garantire per il 2025 “l’accesso per tutte le famiglie europee, nelle aree rurali ed in quelle urbane, ad una connettività Internet che offra un downlink di almeno 100 Mbps, potenziabile a velocità Gigabit”, alla luce del fatto che per riuscirci è necessario portare la rete “in prossimità dell’utente finale”.

L’Agcom afferma che non è necessario procedere a convocare assemblee condominiali per avviare la cablatura e che per raggiungere la terminazione del cliente, potrebbero esserci interventi nella proprietà privata, con passaggio e appoggio di fili, cavi, tubature, elementi di rete, supporti. Se poi un impianto non fosse presente nell’edificio, servirà accedere alle parti comuni e all’infrastruttura stessa per il passaggio dei cavi tra colonne e sbracci.

Ma per evitare screzi può servire condividere i vantaggi derivanti dalla fibra ottica a casa.

I vantaggi della fibra ottica

Il servizio internet con fibra ottica è migliore? In una parola, sì. Il primo vantaggio è la velocità di connessione che permette in pochissimo tempo di scaricare film e di navigare senza intoppi su siti web mentre si chatta e si effettuano videochiamate su Skype.

La fibra ottica è, inoltre, molto affidabile e senza limitazioni proprio perché i cavi non si surriscaldano come nel caso dei cavi di rame dell’Adsl.

La fibra ottica è inoltre molto utile per avere accesso alla tv ad alta risoluzione, soprattutto quando si ha un TV 4K. Infatti, con velocità di 100 Mbps o inferiori, Internet via cavo a volte potrebbe avere difficoltà a fornire streaming Internet 4K.

Author

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.